Bonelli scrive a Franceschini: Salviamo gli ulivi secolari di Ungaretti

Noi appoggiamo la battaglia di Italia Nostra e degli intellettuali delle Assise di Palazzo Marigliano che chiedono di ritirare definitivamente il PUC bloccando la cementificazione prevista.
Ulivi Pisciotta
“Basta dare un’occhiata alla foto aerea di Pisciotta, nel salernitano, per capire che gli Ulivi, declamati anche da Ungaretti, devono rimanere al loro posto ed è un errore imperdonabile volerli sostituire con il cemento, come previsto dal PUC voluto dal sindaco Ettore Liguori” Scrive in una nota il coordinatore nazionale dei Verdi Angelo Bonelli, che prosegue:
“Non si capisce il motivo per il quale il sindaco voglia una colata di cemento in un posto splendido come Pisciotta, che attira un turismo di qualità proprio grazie al fatto di far parte del Parco naturale del Cilento e del Vallo di Diano. Uno dei più importanti borghi storici d’Italia, grazie ai suoi uliveti secolari.”
“Noi appoggiamo la battaglia di Italia Nostra e degli intellettuali delle Assise di Palazzo Marigliano – spiega l’ecologista – che chiedono di ritirare definitivamente il PUC bloccando la cementificazione prevista. Per questo abbiamo scritto al ministro Franceschini affinché intervenga immediatamente per evitare interventi che snaturerebbero le caratteristiche culturali e ambientali del luogo.”
“Ancora una volta – conclude Bonelli – dobbiamo constatare che, nonostante sia assolutamente provato che la cementificazione arrechi danni irreversibili in termini economici e ambientali, la politica preferisca il cemento agli ulivi centenari.”
Commenti da Facebook
Categorie
AmbienteCampaniaNEWSSenza categoriaTerritorio
Nessun commento

Lascia un commento

*

*