Consiglio Federale Nazionale del 9 maggio 2010

Ascolta gli interventi del Consiglio federale

DOUMENTO APPROVATO
MOZIONE POLITICA

Il Consiglio Federale nazionale dei Verdi, sentita la relazione del Presidente, ne approva i contenuti e, nello specifico, ritiene necessario, in coerenza con la mozione congressuale:

1) Lavorare da subito per realizzare assieme a tutti i soggetti e alle realtà disponibili una costituente ecologista, aperta, plurale e civica, in collegamento con le esperienze ecologiste europee;
2) Approvare la proposta di una Fondazione, di supporto alle vertenze ambientali nel Paese, dando mandato all’Esecutivo di definirne le modalità entro il prossimo C.F.N.;
3) Avviare il tesseramento 2010 che sarà regolamentato sulla base delle modifiche regolamentari che dovranno essere predisposte in tempi brevi dall’Esecutivo, inviate alle realtà locali e votate dal C.F.N. entro giugno 2010;
4) Intensificare l’impegno all’interno dei Comitati locali per la raccolta di firme sul Referendum per l’acqua pubblica;
5) Aprire una campagna contro “la vendita dell’Italia” prevista dal decreto legislativo sul federalismo demaniale;
6) Chiedere un incontro urgente al Comitato nazionale “Si alle rinnovabili, no al nucleare” per definire una posizione comune sul referendum;
7) Avviare la campagna per una moratoria sulle trivellazioni nel nostro territorio e nei nostri mari;
8) Dare mandato al Presidente Angelo Bonelli di farsi promotore di una campagna di sottoscrizione pubblica a favore della Federazione dei Verdi.

Mozione approvata con 25 voti favorevoli e 2 voti contrari

L'Adesione ai Verdi è individuale e libera ed implica l'accettazione dello Statuto e dei Regolamenti. (art.2 statuto). Si aderisce ai Verdi attraverso le associazioni comunali presenti sul territorio oppure direttamente alla Federazione nazionale con l'adesione on line compilando il modulo qui a lato.
La quota di adesione minima è di 30 €.
Per i giovani fino a 26 anni la quota di adesione è di 10 €.

I Verdi che ricoprono incarichi istituzionali versano una quota in base alla tabella presente nel modulo denominata "incarico istituzionale" e predisposta dal Consiglio Federale nazionale. All'attività dei Verdi si partecipa attraverso l'associazione comunale alla quale si aderisce (es. Verdi Milano, Verdi Bologna, ecc.) che corrisponde a quella di residenza o a quella dove si risiede stabilmente per motivi di studio o lavoro.