La Corte di Cassazione smentisce Berlusconi e Di Maio su abusivismo necessità

Una sentenza della Corte di Cassazione ha stabilito l'inammissibilità dell'abusivismo di necessità, una smentita per Berlusconi e Di Maio
abusivismo edilizio

“La Corte di Cassazione ha dichiarato con la sentenza 2280 del 19/01/2018 che la definizione abusivismo di necessità non è ammissibile. Smentendo nettamente Berlusconi e Di Maio che da mesi cavalcano un’onda di cemento per ottenere voti”. Così in una nota Angelo Bonelli coordinatore nazionale dei Verdi e promotore della Lista Insieme.

”Prima Di Maio prende come ‘modello virtuoso’ il regolamento del sindaco di Bagheria che ha bloccato le demolizioni delle lussuose ville abusive su mare con la questione della necessità, ma è sufficiente verificare con le mappe satellitari che si tratta di ville costruite e disseminate per tutta la fascia costiera, molte delle quali di membri della giunta che ha approvato il regolamento. Poi Berlusconi promette la legittimazione dell’abusivismo di necessità, un suo marchio di fabbrica in campagna elettorale, e addirittura la giunta Musumeci in Sicilia parla di abusivismo d’indispensabilita’, per accaparrasi voti alla spicciolata. Qui si tratta di soggetti politici che fanno promesse che vanno contro le leggi italiane. Noi invece crediamo che si debba salvaguardare il territorio italiano dagli abusi. Abbiamo il dovere di arginare questi fenomeni di illegalità legalizzata”, conclude.

Commenti da Facebook
Categorie
AmbientebloggerNEWS
X