Formiche in ospedale, la denuncia dei Verdi di Napoli e le inadempienze della Lorenzin

Qui sopra c'è la foto, postata dal consigliere regionale campano dei Verdi Francesco Emilio Borrelli, in cui si vede una paziente sistemata su un letto sporco e sul quale si muove una colonia di formiche.

Formiche in ospedale, Borrelli: sono anni che denunciamo la presenza di insetti compresi gli scarafaggi all’interno dell’ospedale

Qui sopra c’è la foto, postata dal consigliere regionale campano dei Verdi Francesco Emilio Borrelli, in cui si vede una paziente sistemata su un letto sporco e sul quale si muove una colonia di formiche. Una foto che, in 24 ore, ha fatto il giro del web e che, grazie alla denuncia dei Verdi, ha evidenziato il “gravissimo caso di degrado e mala sanità all’ospedale San Paolo di Napoli, dove questa signora, ricoverata in medicina generale al quinto piano, è immersa tra le formiche in un letto sporco.

Un livello di sciatteria e mancanza di igiene che non possiamo accettare da parte del personale medico” sono le parole di Francesco Borrelli, che ha continuato: “sono anni che denunciamo la presenza di insetti compresi gli scarafaggi all’interno dell’ospedale e le rassicurazioni che ci hanno fornito fino ad oggi si sono rivelate inattendibili. Per questo chiediamo la rimozione immediata di tutti i responsabili e i membri del reparto che hanno permesso una simile vicenda. Il direttore sanitario inoltre dovrà dare serie spiegazioni anche in Commissione sanità dove lo farò convocare per un’audizione e sulla cui azione amministrativa ho deciso di chiedere una inchiesta interna”.

Borrelli ha ribadito anche che “non possiamo accettare che i pazienti siano trattati in questo modo e non accettiamo giustificazioni superficiali. La signora va subito rimossa e sistemata in condizioni mediche, sanitarie e di decoro degne di questo nome. O si lavora in modo serio e con grande rispetto per i malati o per quanto ci riguarda si va a casa”.

“Abbiamo posto in essere tutte le procedure necessarie affinché un episodio del genere non si verifichi mai più”, ha spiegato Vito Rago, da appena 20 giorni direttore sanitario dell’ospedale San Paolo. “Serve un intervento radicale e per questo – aggiunge – ho già incaricato una ditta affinché svolga le attività di bonifica prima nel reparto in questione, poi dell’intero nosocomio” Il direttore sanitario ha poi spiegato che “un’indagine interna per attribuire, quando vi fossero le dovute responsabilita’” e’ stata avviata nell’ospedale San Paolo.

Successivamente è intervenuta pure la Ministra della Salute Beatrice Lorenzin: “Quello che e’ accaduto a Napoli e’ una cosa indegna” ha commentato. “Come tutti abbiamo appreso la notizia dai siti e abbiamo immediatamente mandato i Nas- ha proseguito Lorenzin- oggi arrivera’ anche una task force per vedere tutte le responsabilita’ e quindi fare un accertamento sulla direzione dell’ospedale e su quello che e’ accaduto nel reparto. Dalle prime indagini e’ emerso che c’erano dei lavori all’interno del reparto, poi hanno trovato queste lenzuola infestate in un magazzino. Ovviamente e’ stato bloccato l’accesso al reparto per altri pazienti”.

Ma questa risposta non ha soddisfatto il consigliere regionale campano dei Verdi Francesco Emilio Borrelli che ha risposto così:”La foto choccante della signora adagiata su un letto ricoperto di formiche è solo la punta di un iceberg di una situazione di degrado della sanità campana al quale sembra che non ci sia limite, soprattutto perché, vista la mancanza del commissario, non si possono programmare interventi radicali”. Concludendo Borreli ha spiegato che “E’ inaccettabile che si continui a lasciare la sanità campana senza una guida per interessi politici e per questo motivo stiamo valutando se ci sono gli estremi per denunciare il ministro Lorenzin per interruzione di pubblico servizio o per altri reati legati alla mancata fornitura di un adeguato servizio sanitario pubblico”.

Commenti da Facebook
Categorie
CampaniaNEWSSanitàTerritorio
4 - 5 - 6 DICEMBRE 2017 REFERENDUM CONSULTIVO ONLINE
tra gli iscritti sulle alleanze
Se sei iscritto e non ricevi la mail per votare entro lunedì 4 dicembre alle 21 scrivi a comunicazione.verdi@gmail.com