Fornaro: “Scrutatori, senza sorteggio si agevolano forme di clientelismo”

Il candidato sindaco di ‘Taranto Respira ed Ecologisti’: Vorremmo che questa buona pratica finalmente fosse estesa anche a Taranto

“Ho già espresso il mio parere a riguardo negli scorsi giorni, ma è rimasto in sordina. Per questo torno ancora una volta sulla questione dell’assegnazione degli incarichi di scrutatori per le prossime elezioni. In altre città italiane vengono scelti integralmente per sorteggio. Vorremmo che questa buona pratica finalmente fosse estesa anche a Taranto e che i nomi di chi si debba occupare degli scrutini delle schede elettorali fosse scelto affidandosi alla sorte tra le liste dei disoccupati, larga fetta della nostra città” . Vincenzo Fornaro, candidato sindaco con le liste ‘Taranto Respira ed Ecologisti’, ‘Partecipazione è Cambiamento’ e ‘DemA’, ribadisce la sua posizione. “Purtroppo anche in questa tornata elettorale, buona parte degli scrutatori sarà scelta dai consiglieri comunali uscenti. Pur previsto dalla legge, questo metodo si presta a facili forme di clientelismo. Io ti permetto di lavorare e guadagnare qualcosina e tu in cambio mi dai il voto e mi segnali ai tuoi amici. Non siamo abituati a nascondere la testa sotto la sabbia, per questo torniamo a parlare di questa ultima scelta della giunta Stefàno, che non si smentisce neanche stavolta. Rassicuriamo i cittadini: una volta eletti, non permetteremo più che accada un fatto simile. Palazzo di Città tornerà ad essere una ‘casa di vetro’, per la trasparenza e la correttezza di ogni atto amministrativo”.

Categorie
PugliaTerritorio

In relazione a:

X