Verdi: Iceberg salva, ora eliminare le “black list” canine

Si è conclusa positivamente la vicenda della cagnolina Iceberg che rischiava di essere soppressa in Danimarca perchè appartenente ad una razza vietata nel paese
iceberg 2

“Siamo lieti che il governo danese abbia approvato all’unanimintà il provvedimento che permetterà ad Iceberg di rientrare in Italia, evitando la pena di morte e probabilmente evitandola a tanti altri esemplari come lei”. Lo scrive in una nota la Coordinatrice dei Verdi Luana Zanella che prosegue: “Ricordo che come Verdi ci siamo mobilitati immediatamente, sin dalle prime ore della cattura dell’animale, aiutando a far puntare i riflettori su questa drammatica vicenda, partecipando anche ai colloqui con l’ambasciatore danese. La collaborazione fattiva di tutte le parti, in primis le Istituzioni che hanno avviato trattative formali co il governo danese, ha permesso di arrivare a questo importantissimo risultato che potrà essere un precedente positivo in materia di legislazione sui diritti per gli animali.”

“Per questo motivo – conclude la Zanella  – il nostro impegno sarà quello di portare avanti delle battaglie che puntino all’eliminazione delle cosiddette “black list” canine, perché non ci sono ‘razze buone’ e ‘razze cattive’. Siamo contrari a queste forme pregiudizievoli e a qualsiasi altre classificazioni che determinino i cani come “buoni o cattivi” a priori, e che possano prevederne la negazione dei diritti, o persino la soppressione, per motivi di razza”.

Commenti da Facebook
Categorie
AnimaliNEWS
Nessun commento

Lascia un commento

*

*