ILVA: indecorosa sceneggiata di Di Maio che dimentica immunità penale

Al tavolo delle trattative sull'ILVA di Taranto Di Maio sembra aver dimenticato l'immunità penale degli acquirenti dell'acciaieria pugliese
Ilva Veleni

“La vergognosa sceneggiata di Di Maio sull’Ilva non ha fine. E’ una presa in giro sulla pelle dei tarantini, ma anche sulla buona fede del resto degli italiani che in campagna elettorale hanno assistito ad una indecorosa melina del leader del M5S, quando parlava di riconversione ecologica immediata ed oggi scoprono che lo stesso Di Maio non è in grado di decidere alcunché, anzi propone le stesse cose di chi c’era prima e diceva di voler combattere.” Scrive in una nota il Verde Angelo Bonelli, che prosegue:

“E anche il nuovo piano e le nuove proposte di ArcelorMittal sono una vera e propria beffa. Non si affronta il vero problema che è quello dell’immunità penale garantita per legge alla società franco-indiana. Ciò le consente per i prossimi 5 anni di operare in violazione della legislazione ambientale e sanitaria senza alcun rischio penale. Una norma che non esiste in nessun altra parte del mondo.”
“Ma il finto legalitario Di Maio su questa questione non dice nulla da mesi e non risponde alle nostre richieste di chiarimento, facendo orecchie da mercante” Conclude Bonelli.
Categorie
AmbienteNEWS

In relazione a:

X