La Raggi vuole autorizzazione a bere il Lago di Bracciano

E' chiaro che l'unica strada che Raggi e il Movimento 5 Stelle vogliono percorrere, è quella di continuare a prendere l'acqua dal lago di Bracciano e quindi di farlo sparire dalla cartina geografica. Praticamente chiedono l'autorizzazione a bere il lago
La RAggi vuole bere il Lago di Bracciano

“Raggi e il Movimento 5 Stelle hanno chiesto lo stato di emergenza a Roma per la crisi idrica senza indicare alcuna soluzione. Sembra di essere tornati indietro nel tempo, quando Bertolaso era alla Protezione Civile e agli interventi per affrontare l’emergenza si provvedeva con ordinanze in deroga alle disposizioni di legge.” Scrive il coordinatore nazionale dei Verdi Angelo Bonelli, che precisa:
E’ chiaro che l’unica strada che Raggi e il Movimento 5 Stelle vogliono percorrere, è quella di continuare a prendere l’acqua dal lago di Bracciano e quindi di farlo sparire dalla cartina geografica. Praticamente chiedono l’autorizzazione a bere il lago.”
C’è una sciatteria inaccettabile in questo ‘non agire’ degli amministratori della Capitale – prosegue l’ecologista – e se stato di emergenza deve esserci, questo deve passare attraverso il commissariamento di Acea Ato2 da parte del Governo, non sarebbe la prima volta considerato che con anche nel caso dell’Ilva , dichiarata di interesse strategico nazionale , si attuo’ il commissariamento.”7
“E cosa c’è di più strategico – conclude Bonelli – che garantire l’acqua alla capitale d’Italia, considerato che gli utili di Acea, che ammontano a oltre 70 milioni euro annuì, non vengono utilizzati per ristrutturare la rete idrica colabrodo?”

Commenti da Facebook
Categorie
AcquaLazioNEWS
Nessun commento

Lascia un commento

*

*