La sindaca Raggi vieta ai cani di bere alle fontane

Visto che sarà un'estate torrida, il primo cittadino, come pensa di rispettare il benessere animale, negando la libertà dalla sete?
Raggi vieta ai cani
Raggi vieta ai cani

Il Sindaco di Roma, Virginia Raggi, il 12 giugno 2017 ha firmato l’ordinanza n. 82  che vieta ai cani di bere alle fontane, infatti prevede il divieto fino al 31 ottobre 2017 di fare bere animali alle 37 fontane storiche.

Per i trasgressori è prevista una sanzione amministrativa pecuniaria che va dai 40 fino ai 240 euro. Il responsabile Diritti Animali dei Verdi: “Visto che sarà un’estate torrida, il primo cittadino, come pensa di rispettare il benessere animale, negando la libertà dalla sete? Un animale che non può bere muore”.

L’esponente dei Verdi conclude con un suggerimento alla Giunta capitolina: “Si può inserire l’obbligo ai negozianti, nei mesi più caldi, di apporre fuori dai negozi una ciotola di acqua sempre fresca, donata dalla Giunta come già avviene ad Arezzo.

Sarebbe una importante conquista di civiltà per chi in campagna elettorale ha ripetuto di continuo che è un’animalista”.

Categorie
AnimalibloggerNEWS
  • ennio baratella

    Qualcosa non mi torna, perchè solo 40? A Roma sono centinaia. Quindi con quale criterio è stato adottato questo provvedimento?

    • Strange Cat

      In realtà si parla di FONTANE e non FONTANELLE (er nasone), diciamo che è facile manipolare titoli o news su un punto piuttosto che un altro.

    • Paola Molinari

      perche parla di quelle storiche e monumentali sono 37 in tutto il 2% delle fontane disponibili su roma

    • Bestia

      L’ordinanza si riferisce solo alle 37 fontane il cui decoro è perennemente e costantemente compromesso a causa delle persone che non tengono conto del valore storico,culturale e di immagine che hanno tali 37 fontane. Che venga vietato di bere o far bere ad un dragone posto in un parco , alla Sindaca Raggi non importa sicuramente. Questo polverone per una scelta giusta e mirata viene sollevato ingiustamente solo per manipolazione politica. Chi ha sete beva nelle restanti fontane cercando di mantenere decoro.

    • Anna Cannone

      Perche’ mettere quella foto nell’articolo con quel titolo ? qualcosa non torna anche a noi che viviamo a Roma e che sappiamo bene che da quelle fontane i famosi nasoni di Roma sparsi per la citta’ (una ogni 100 mt) gli animali e le persone possono liberamente bere e non c’è nessuna ordinanza che lo vieta . Io non ho mai visto bere un cane a fontana di Trevi francamente . La cosa che da fastidio e che si prendono in giro le persone che non sanno e che non sono mai state a Roma per scopi elettorali e non certo nell’interesse degli animali . Invece se volete aiutare degli animali che in estate muoiono anche di sete oltre che avvelenati sono i Randagi del sud dove in molti posti non esistono fontane da cui poter trovare ristoro . Ecco scrivete di questi post dove le amministrazioni se ne fregano di tutelare la vita dei randagi allora si che si e’ credibili , ma non parliamo di Roma citta’ accogliente anche per i nostri amici animali . Aspetto un articolo che parla tratta della sete dei RANDAGI DEL SUD .

    • Paola Molinari

      Notizia non conforme alla realtà. Il divieto vale x 40 fontane di grande valore storico, che per altro, hanno acqua non potabile.

  • Giorgio Curreli

    Faccio notare che i “nasoni” romani superano per numero le 2000 unità e impedire l’accesso a 40 (2%) di particolare pregio storico e artistico non crea il minimo disguido.
    Il divieto non si riferisce ai cani in particolare ma a tutta la popolazione. Non vedo perché si deve pretendere di bagnarsi alla Fontana di Trevi o alla Barcaccia quando poco distante troviamo tutta l’acqua che vogliamo per noi e per i nostri animali.

    • Nicolò Vasta

      Infatti,”strumentalizzazione” è la parola d’ordine.

    • Rubens

      5837, molto oltre i 2000

  • Lilian Levriers

    Sig.ra Raggi ma non si vergogna della sua pochezza? le auguro di morire di sete in un deserto ..cosa che sicuramente succederà!

    • Francesco

      leggere l’ordinanza le farebbe comprendere che si sta parlando di fontane storiche. Non dei c.d. “nasoni” Per sua comodità ecco l’elenco: Tra le fontane di Roma interessate dall’ordinanza: la Fontana di Trevi, le Fontane dei Leoni, del Nettuno e della Dea Roma a piazza del Popolo, la Fontana della Barcaccia a piazza di Spagna, le Fontane dei Quattro Fiumi, del Moro e del Nettuno a piazza Navona, la Fontana dei Catecumeni in piazza della Madonna dei Monti, la Fontana dell’Acqua Paola a piazza Trilussa, la Fontana di piazza Santa Maria in Trastevere, la Fontana del Tritone a piazza Barberini, la Fontana della Navicella, le Fontane dei due Mari a piazza Venezia, la Fontana in piazza dell’Aracoeli, la Fontana delle Naiadi a piazza della Repubblica, la Fontana di piazza di Campo de’ Fiori, Fontana della Dea Roma in piazza del Campidoglio e la Fontana Mostra dell’Acqua Paola in via Garibaldi.

    • Paola Molinari

      le fontane monumentali sono il 2 per cento su quelle totali di roma non vedo perche bisogna portare a bere i cani proprio in quelle e in piu la gente anche ci si lava dentro. mi sembra solo una decisione di civiltà

    • Peter Parker

      sono le fontane storiche!!!!!

    • Lei sa cosa vuol dire fontana storica? E non fontanelle locali , si è pregati di leggere bene

    • Paola

      Impara a leggere!!!

    • Linda2

      Come è umana, lei. Non si informa bene, distorce la realtà dei fatti e augura del male ad una persona che non le ha fatto nulla.

  • Franco Patrizi

    Manco sapete leggere…l’importante è strumentalizzare… http://www.comune.roma.it/pcr/it/newsview.page?contentId=NEW1571589

    • Daniela Sanetti

      X me fa bn

  • Franco Patrizi

    Vogliamo per forza farli.bere nella fontana di Trevi.i.nostri cani ??

    • Giadina Sempre

      Infatti i cani sporcano la fontana vero…. invece i zingare che ce se lavano allora quelli si ….ma va va …

  • Federico M.

    I Verdi non dovrebbero tutelare anche il patrimonio storico-artistico? L’ordinanza riguarda solo 37 (trentasette) siti su 2500 (duemilacinquecento).

    Riporto la risposta di Daniele Diaco.

    I nostri amici a 4 zampe potranno continuare a bere normalmente dai nasoni e dalla maggior parte delle fontane di Roma.

    L’ordinanza anti-bivacco, firmata dalla sindaca Virginia Raggi,
    riguarda 37 siti. I nostri amici a quattro zampe avranno oltre 2500
    punti da cui dissetarsi.
    Il nostro obiettivo è garantire la tutela
    del nostro magnifico patrimonio storico-artistico, garantendo allo
    stesso tempo piena tutela del benessere degli animali.

  • Miguel

    Ha fatto benissimo. Ho avuto varie discussioni sul tema con i padroni dei cani. Arrivavo evidentemente assetato al nasone e loro continuavano non curabti a far slinguazzare il cane… con bambini in fila. Basta portarsi una ciotola dietro.

  • Federico M.

    Lo riscrivo, spero vogliate pubblicare.
    Pensavo che i Verdi tutelassero anche il patrimonio storico-artistico delle città. L’ordinanza riguarda solo 37 fontane a fronte di 2500 punti da cui attingere acqua.
    Riporto il comunicato di Daniele Diaco:
    “I nostri amici a 4 zampe potranno continuare a bere normalmente dai nasoni e dalla maggior parte delle fontane di Roma.
    L’ordinanza anti-bivacco, firmata dalla sindaca Virginia Raggi,
    riguarda 37 siti. I nostri amici a quattro zampe avranno oltre 2500
    punti da cui dissetarsi.
    Il nostro obiettivo è garantire la tutela
    del nostro magnifico patrimonio storico-artistico, garantendo allo
    stesso tempo piena tutela del benessere degli animali”.

    • Daniele Morini

      Qualcuno si occupasse delle botticelle dei cavalli che ogni estate qualcuno stramazza al suolo

  • Marco Marchesan

    …quanta malafede in queste news…quasi peggio di repubblica!!

  • Maria Giovanna Geromel

    Purtroppo, dopo essere stata una sostenitrice convinta dei Verdi, comprendo il perché che del vostro essere stati politicamente annullati…Finché continuerete a dare false notizie e ad aizzare la gente per il nulla, non credo mieterete grandi consensi e proseliti…la notizia vera,in merito all’ordinanza, è questa….http://www.comune.roma.it/pcr/it/newsview.page?contentId=NEW1571589 Il resto è solo nulla. E lo dice una alla quale la Raggi non piace per nulla!

    • Speedy

      Staremo a vedere quante sanzioni verranno eseguite secondo l’ordinanza fino alla sua scadenza nelle fontane descritte nell’ordinanza: ai turisti, ai rom, sinti e camminanti e a quanti fanno i propri comodi nelle fontane monumentali, quanti ne ho visti e non era presente nessuno per sanzionarli. Un cane che beve ad una fontana storica quale danno potrà arrecare? Mentre chi le prende per vasche da bagno o altro, quante persone si bagnano nelle fontane storiche per il gran caldo di questo periodo, sai se quell’acqua viene recuperata ? come quella delle fontanelle ? va tutta dispersa, in altre città italiane ed europee l’acqua in dispersione viene raccolta per innaffiare i giardini e i parchi, mentre qui il verde della capitale sta morendo per mancanza di acqua (non per la mancanza di pioggia) forse se ti fai una passeggiata nelle ville storiche e giardini vedrai con i tuoi occhi che la manutenzione è inesistente. Pensasse alla manutenzione della città che sta andando a picco dopo un’ anno di abbandono da parte di questo sindaco.

  • Rubens

    A Roma esistono quasi 6000 fontanelle pubbliche. Il divieto riguarda 37
    fontane storiche. Dunque che notizia sarebbe questa? L’infamia
    giornalistica che cerca di far leva sul senso animalista delle persone
    per fomentare odio verso il m5s è sempre più disgustosa. P.S. Chi ama
    veramente i cani, quando esce col suo in piena estate, si porta dietro
    una ciotola per poterlo far bere. Chi non lo fa è come minimo un
    cretino.

    • Speedy

      Le fontanelle pubbliche o “NASONI” SONO 2.400 IN TUTTA ROMA e non 6.000 (documentati) fonti Roma Capitale. Si vede che un cane non lo possiedi…………adesso facciamo produrre la ciotola da passeggio, non dare del cretino a chi non conosci e non sai cosa fa per salvare un cane o un gatto dalla prigione del canile. Con la ciotola fai un bel cappellino contro il sole, almeno non dici più cose di questo tipo.

      • Rubens

        Sul numero delle fontanelle mi sono sbagliato. Ho letto male dei dati e non ho fatto un’indagine accurata. Ora che ho approfondito mi risultano essere 2554. Di certo questo numero rimane comunque esorbitante e non cambi il senso di ciò che ho scritto. Sull’altra mia affermazione invece la confermo e la sottolineo. Innanzitutto mio caro “cretino”, le ciotole da passeggio richiudibili esistono da anni. In secondo luogo io ho cani da una vita, tutti provenienti da canili o da associazioni, e non mi sono mai preoccupato di comprare una ciotola da passeggio perchè quando li porto in giro mi porto uno zainetto con ciotola e 1/2 bottiglie d’acqua, visto che non sono così fortunato da vivere a Roma, città in cui le fontanelle abbondano. Però immagino che per gente pigra come te, l’idea di doversi portare uno zainetto con il necessario per il proprio cane sia decisamente uno sforzo troppo grosso, salvo poi venire qui a fare lo splendido vantandoti di essere un salvatore di animali.

  • Mauro Felli

    Non dico che dovete leggere libri, non sia mai, ma “porcoilmondochec’hosottoipiedi” volete leggere almeno il post che state commentando? Vi rendete conto di quanto siete manipolabili? Di quante cazzate vi propinano e non avete nemmeno la curiosità di verificarle? Leggete e forse vi potrete salvare.

  • Cinzia Diodato

    Parla delle fontane monumentali, avete presente vero?(tipo la fontana di Trevi)no delle fontanelle…. informatevi bene.

    • Daniele Morini

      Abbiamo presente….quelle dove se lavano i turisti ,dove mettono i piedi ammollo dove prendono da vestiti monete o dove ci nuotano proprio….giusto?pensasse alle strade che tocca fasse el suv pe percorrerle…..o pensasse alle botticelle ai cavalli che ogni estate stramazzano a terra….oppure se non vuole fare nulla come sembra andasse per sagre come faceva l altra co elicottero privato

  • Fabrizio Forzano

    vietato in 37 (trentasette ) fontane storiche (quindi di interesse artistico) su qualche migliaio presente a Roma.
    I cani (di due dei quali sono fiero proprietario, per altro) possono evitare di bere al tritone o alla barcaccia, credo, e ripiegare su qualche “nasone” di minori pretese, senza dover morire di sete.

  • Michele Veronacitysera Quinci

    o bevono loro e bevo
    io 🙂

  • Linda2

    I nasoni sono 2.500 e NON SONO VIETATI a nessuno. L’ordinanza riguarda le fontane artistiche. Perché distorcere la realtà dei fatti? La Fontana di Trevi ed altre fontane prestigiose di Roma, è giusto che vengano usate come un nasone qualsiasi?