Ok voto a giugno III e VIII municipio a Roma superare gap normativo che impedisce accorpamento con referendum

I Municipi di Roma che hanno sfiduciato la propria giunta pentastellata è doveroso che tornino al voto per dare ai cittadini la possibilità di vedere rappresentate le proprie istanze
viii-municipio-Roma
“I Municipi sfiduciati III e VIII devono andare al voto per ridare la possibilità ai cittadini di esprimere la propria volontà politica. Quindi è doveroso colmare questo buco democratico, andando alle elezioni il prima possibile. Inoltre la scelta più coerente, che consentirebbe anche di risparmiare ingenti risorse economiche è quella di accorpare queste votazione al Referendum sull’Atac del prossimo 3 giugno, sempre che si superi il gap normativo che impedirebbe lo svolgime
nto contemporaneo di referendum e elezioni”.
Così in una nota i Verdi di Roma, Alemanni, Bonessio e Calcerano.
“Le cittadine e i cittadini di questi municipi – concludono i Verdi – dopo un anno di commissariamento hanno il dovere di esprimersi per giudicare chi si è preso la responsabilità di governo e non è riuscito a mantenere l’impegno”.

Commenti da Facebook
Categorie
LazioNEWSTerritorio