Le parole e gli atti di Salvini contro l’Islam sono fuori da Costituzione

Sono le parole e gli atti di Matteo Salvini ad essere fuori dalla Costituzione, che all'articolo 19 esprime chiaramente la libertà di culto
islam libertà di culto

Per Salvini l’Islam e’ incompatibile con la nostra Costituzione nonostante l’art.19 garantisca la liberta’ di culto. In realta’ sono le sue parole e i suoi atti politici ad essere incompatibili con la Costituzione italiana a partire da quelle come ‘la pulizia di massa quartiere per quartiere, con le maniere forti, dagli immigrati’, a quella di oggi in cui equipara, offendendo, l’anagrafe antifascista di Stazzema dove ebbe luogo al strage nazista di S.Anna, ad un’anagrafe canina, fino ad aver candidato Traini rivelatosi poi un terrorista che ha sparato con l’intenzione di provocare una strage”. Lo dichiara il promotore della lista Insieme e coordinatore nazionale dei Verdi.

“Il capo della Lega – continua – ormai e’ il vero leader politico del centrodestra che ha ormai palesemente assunto una deriva verso posizioni estremiste e xenofobe di stampo lepenista. Questa e’ una direzione malsana che parte da lontano, passa per Macerata e arriva a quanto accaduto ieri a Bolzano dove Casapound ha cacciato i senza tetto dall’ospedale, costringendoli a rimanere a temperature sotto zero. E’ necessaria una risposta ferma e dura di tutte le forze democratiche di questo paese senza tentennamenti e timidezze”.

“Al rischio di una vittoria della destra xenofoba nel nostro paese e’ giunto il momento di lanciare un appello anche agli elettori di sinistra, affinche’ sostengano il centrosinistra per fermare la destra estremista e predicatrice di odio nel nostro Paese” conclude Bonelli.

Categorie
Economia & DirittiNEWS

In relazione a:

X