Sarà anche onestà, onestà, ma il sindaco M5S di Bagheria è indagato

Lo slogan del Movimento 5 Stelle è da sempre onestà, onestà, ma forse fa a pugni con ciò che è accaduto oggi al Sindaco Patrizio Cinque, del Movimento 5 Stelle.
onestà

Lo slogan del Movimento 5 Stelle è da sempre onestà, onestà, ma forse fa a pugni con ciò che è accaduto oggi al Sindaco Patrizio Cinque, del Movimento 5 Stelle. Infatti il sindaco e’ indagato nell’ambito di un’inchiesta della procura di Termini Imerese sulla gestione del servizio dei rifiuti. A Cinque i carabinieri, su disposizione del Gip, hanno notificato la misura cautelare dell’obbligo di firma. Nell’inchiesta sarebbero coinvolti l’assessore all’Ambiente Fabio Atanasio e altri 21 funzionari.

L’inchiesta della procura di Termini Imerese riguarda una ventina di dipendenti del Comune di Bagheria oltre al sindaco Patrizio Cinque. A sedici indagati e’ stata notificata la misura dell’obbligo di firma. L’inchiesta ruoterebbe attorno a due vicende: la gara per il noleggio degli automezzi impiegati nella raccolta dei rifiuti e un abusivismo edilizio contestato a un familiare del sindaco. Relativamente a questa seconda vicenda Cinque sarebbe indagato per violazione del segreto d’ufficio e omissione di atti d’ufficio. Nessun assessore comunale risulterebbe tra gli indagati. Ricordiamo che anche il coordinatore dei verdi Angelo Bonelli, a più riprese, aveva contestato la questione dell’abusivismo a Bagheria. L’inchiesta e’ coordinata dal procuratore di Termini Imerese Ambrogio Cartosio.

“Quella del sindaco di Bagheria Patrizio Cinque del M5S è una situazione delicata, la mia posizione sul sindaco è nota avendo presentato due esposti sull’abusivismo edilizio. Ovviamente non commento le iniziative dell’autorità giudiziaria su cui sarà il sindaco a spiegare la sua posizione”. Lo ha detto il leader dei Verdi Angelo Bonelli commentando la misura cautelare a carico del sindaco di Bagheria del M5S Patrizio Cinque. Nei giorni scorsi, Bonelli aveva presentato un nuovo esposto contro l’amministrazione grillina per abusivismo edilizio. “Io posso spiegare che con il regolamento comunale voluto dal sindaco di Bagheria si sta facendo una cosa che in nessuna altra parte si è mai fatta – spiega Bonelli – cioè sospendere le procedure di demolizione anche nelle zone di inedificabilità, ed è assurdo che accada a Bagheria, comune a guida Cinque stelle. Chiedo da tempo una spiegazione a Di Maio a cui ho chiesto una riposta. Attenderò la valutazione dell’Autorità giudiziaria sul mio esposto”. Bonelli annuncia intanto che nei prossimi giorni manderà un terzo esposto in Procura, sempre sull’abusivismo edilizio.

Commenti da Facebook
Categorie
CronacaNotizie
Nessun commento

Lascia un commento

*

*